Meet the Staff (VOL. 2)

Bentornati con la seconda parte di questo articolo che ricordo riguarda lo STAFF; oggi tra i protagonisti del nostro FrogBlog, parleremo di altri cinque membri dello staff Frogbyte 2018.

Vi siete mai chiesti com’è che più di 200 persone riescano a giocare/streammare/scaricare contenuti contemporaneamente, ma soprattutto chi rende possibile tutto questo?

 

Se indossi la felpa viola, hai la responsabilità di essere IL confine tra problema e isteria di massa. Ma questo è un fardello che Gionko e Defaste, con il prezioso aiuto di Odin, portano egregiamente sulle loro spalle. I LAN party sono reti temporanee che mutano di anno in anno, e Frogbyte, in quanto raccoglitore di eventi, non è composto solo da duecento players smaniosi di giocare, ma vanta anche della presenza di numerosi stand, postazioni streaming, sviluppatori di videogiochi, che hanno diverse esigenze a livello di rete. Gionko, Defaste e Odin  sono coloro che rendono tutto questo possibile, cercando di accontentare tutti ed assecondare ogni esigenza. Che Frogbyte sarebbe senza di loro?

 

Frogbyte è per Gionko l’occasione perfetta per unire conoscenza e passione, mettendole a disposizione di tutti noi. Il suo gioco preferito è Unreal Tournament 2004 perché è “tecnicamente perfetto”.

 

 

 

Defaste adora Age Of Empires 2 perché ha fatto da colonna sonora alla sua adolescenza e non solo. Per lui Frogbyte è il momento ideale per condividere la sua passione per i videogiochi con il mondo esterno.

 

 

 

Da quest’anno avrà l’onore/onere di indossare la felpa viola anche Odin, il prescelto, terza new entry dello staff. Lo riconoscerete dalla lunga chioma dai capelli rossi e dal non riuscire a star fermo un minuto: a 31 anni, il figliol prodigo di Gionko e Defy, è sempre disponibile per fare cose. Si definisce come colui che nutre il Frogbyter e, soprattutto, lo giudica. StarCraft e la saga di Deus Ex sono i suoi giochi preferiti, in quanto nutre un debole per i giochi di fantascienza e gli RTS.

 

 

 

Rimanendo in tema videogames, voglio ora parlarvi delle felpe Arancioni: felpe che sanno di tornei, competizione, gioco duro insomma. Loro organizzano i tornei, creano gruppi di gioco, fanno sì che al Frogbyte mai nessuno si annoi.

 

Hasky è quello più basso dei due, ma non per questo meno simpatico. Solitamente ha un megafono in mano che usa per urlarci contro cose random. Non ha un gioco preferito, predilige il multiplayer online e quando si fissa con uno o due giochi, va avanti a giocarci fino alla nausea.  Per lui Frogbyte, oltre ad essere “quel periodo” dell’anno dove prevale lo sclero ad organizzare tutta la torneistica senza sbavature, è un momento lieto di divertimento da trascorrere con amici nuovi e meno nuovi.

 

 

 

ASSkicker invece è quello alto, col ciuffo adolescenziale, il “divulgatore di gaming”. Lessico impeccabile, una verve niente male, su/opporta Hasky nell’organizzazione dei tornei e persuade giocatori a provare giochi nuovi. Uno dei suoi giochi preferiti è Battlefield perché Battlefield fornisce il più alto numero di bersagli possibile a cui sparare. E’ parte dello staff da solo un anno ma ha un’esperienza “lukrativa” pluriennale. Lui per Frogbyte ci sarà sempre perché crede nel videogioco come vettore, per conoscenza e sviluppo psico-emotivo dell’individuo.

 

 

 

Sapere che molti di voi hanno trovato in Frogbyte qualcosa in più di un semplice gruppo di persone con cui giocare, dà un valore aggiunto enorme alla felpa colorata che indossiamo.

Non perdetevi il terzo e ultimo articolo che vi racconterà gli ultimi, orgogliosissimi membri di questo staff Frogbyte 2018.

 

Stay tuned!

Axways